fbpx
Posa controtelaio finestra | Costantin Serramenti | Rovigo

Ecco perché la posa del controtelaio finestra è compito del serramentista

Come posare il controtelaio finestra? Un elemento spesso trascurato e che in tanti casi viene installato dall’impresa edile in nuove costruzioni. Ma è il serramentista che deve occuparsi della posa del controtelaio finestra. Perché? Scopriamolo insieme

La posa in opera del controtelaio finestra è un passaggio molto importante per ottenere il massimo isolamento termico con l’installazione di nuovi serramenti.

Ma in tanti casi è fatta in maniera superficiale da imprese edili o anche da serramentisti poco tecnici che spesso improvvisano in cantiere.

Il problema è che il controtelaio finestra, o falso telaio, cioè l’elemento “affogato” nella muratura, svolge un ruolo fondamentale quando si parla di perfetta riqualificazione del foro finestra.

E se hai intenzione di sostituire i tuoi vecchi infissi poco performanti o acquistarne di nuovi per la tua casa in costruzione, devi sapere che puoi non ottenere il risultato che ti aspetti se il montaggio del controtelaio finestra è fatto senza precisa progettazione.

Infatti, puoi anche acquistare finestre isolanti di ultima generazione, ma se le stesse non verranno ancorate a un controtelaio posato nel modo giusto, non potranno mai garantirti le prestazioni che ti hanno spinto a fare questo investimento.

Sicuramente noterai un cambiamento notevole all’inizio, ma dopo poco tempo spifferi, infiltrazioni e altri problemi busseranno alla tua porta. Anzi, alle tue finestre.

Ecco che la posa del controtelaio finestra deve essere obbligatoriamente fatta in modo qualificato, proprio per migliorare le prestazioni energetiche di tutto il foro finestra.

Altrimenti son soldi buttati, fidati.

E la posa qualificata del controtelaio è un lavoro che spetta al serramentista. Sempre.

Perché se vuoi la garanzia che il foro finestra raggiunga determinate prestazioni in termini di isolamento termoacustico, è opportuno rivolgersi ad un professionista specializzato.

Le accortezze di un operaio di un’impresa edile, specializzato in altro, non saranno le stesse di un serramentista qualificato che sa bene che il nodo di posa che intercorre tra muratura e controtelaio non deve essere sottovalutato.

Detto ciò, vediamo come montare un controtelaio per limitare la dispersione termica e massimizzare in opera le prestazioni delle finestre scelte. 

La posa del controtelaio finestra in 3 step

Ho deciso di scrivere questo articolo, tecnico ma non troppo, per aiutare chi, come te, deve acquistare nuove finestre e vuole sapere come scongiurare problemi in futuro.

E anche per aiutarti a scegliere il serramentista giusto, valutando il suo metodo di lavoro, che ti potrà garantire con la progettazione mirata dell’intervento, comfort e sicurezza in casa.

Ora, se devi sostituire le tue vecchie finestre e quel maledetto controtelaio metallico che causa muffa e condensa in casa – il controtelaio metallico è il male nel mondo dei serramenti! – o ultimare i lavori della tua nuova casa, presta attenzione a questi 3 passaggi, fondamentali per ottenere il massimo dalle tue nuove finestre.

Fondamentali per un investimento sicuro!

Preparazione del foro finestra per la posa del controtelaio

L’obiettivo principale è l’eliminazione di tutti quei ponti termici che possono causare dispersione di calore, quindi consumi elevati, e formazione di condensa e muffa intorno agli infissi.

E la prima cosa da fare è scegliere un controtelaio realizzato in materiale isolante da installare direttamente sulla muratura grezza.

Ovviamente, le superfici del foro finestra dovranno essere prima rifinite, cioè rese perfettamente regolari.

Una volta preparato il foro finestra, sarà possibile installare il controtelaio direttamente sulla muratura grezza o fare prima un lavoro di impermeabilizzazione su cui posare soglia e controtelaio finestra.

Ogni caso è diverso dall’altro e diventa indispensabile la progettazione di una posa in opera specifica per ottenere il massimo risultato.

Passiamo alla fase 2.

È il quarto lato che farà la differenza!

Dimenticare il quarto lato inferiore è un grave errore.

Ad esempio, nel caso di una porta finestra, per creare discontinuità tra massetto esterno ed interno – un ponte termico che se non isolato causerà non pochi problemi – il quarto lato dovrà avere la stessa altezza del pavimento finito.

Un dettaglio?

Sì, ma un dettaglio che farà la differenza in termini di isolamento termico e che tanti serramentisti trascurano.

E ora che il nostro foro finestra è perfettamente rifinito, è possibile passare alla posa del controtelaio finestra, isolando il nodo primario, lo spazio che resta tra muratura e telaio, con materiale isolante scelto per il caso specifico.

Poi?

Ecco l’ultimo passaggio per un lavoro qualificato.

La barriera al vapore

Fissato meccanicamente il controtelaio finestra alla muratura, è possibile iniziare a lavorare per garantire la massima tenuta all’interno.

Con l’applicazione di una barriera al vapore, ovviamente continua su tutti e 4 i lati e che diventerà un tutt’uno con l’intonaco interno, l’isolamento termico è garantito.

E una posa del controtelaio finestra fatta in modo qualificato non causerà problemi di nessun genere, massimizzando le prestazioni delle tue nuove finestre, per una casa confortevole e meno dispendiosa.

Ma chi può fare tutto questo?

Il problema è tutto qui: trovare posatori qualificati che non improvvisano in cantiere, ma che progettano al millimetro.

Posa in opera finestre a Rovigo: Finestra Sartoriale è la tua garanzia di risultato

Scegliere le finestre giuste è difficile!

Trovare un professionista qualificato è un’impresa quasi impossibile!

Invece, è facile imbattersi in posatori che ti dicono “ma l’abbiamo fatto sempre così”.

Ed è per questo che in Costantin Serramenti abbiamo creato un Sistema Unico di Lavoro, Finestra Sartoriale, studiato per garantirti il risultato “proprio come lo vuoi tu”.

In che modo?

Ti aiuteremo a scegliere le finestre giuste per la tua casa analizzando le tue specifiche esigenze e progetteremo nel dettaglio – sì, progettiamo e non improvvisiamo! – una posa in opera qualificata che ne massimizzerà le prestazioni. 

Siamo artigiani e consulenti qualificati, non semplici venditori di porte e finestre che propongono soluzioni standard.

Se vuoi saperne di più sul nostro Sistema Unico di Lavoro e vuoi trovare le finestre giuste per la tua casaclicca qui e prenota ora una prima consulenza.

Stefano